Cari figli

La Regina della Pace dal 24 giugno 1981 viene fra di noi, a Medjugorje e ci parla, ascoltiamola, viviamo i messaggi che lei ci dona.

13.12.05

Rinnovate la preghiera personale

Cari figli, anche oggi vi invito a dare gloria a Dio Creatore nei colori della natura.
Attraverso il più piccolo fiore vi parla della Sua bellezza e della profondità dell'amore con cui vi ha creati. Figlioli che la preghiera sgorghi dal vostro cuore come acqua fresca da una sorgente. Che i campi di grano vi parlino della misericordia di Dio verso ogni creatura. Perciò rinnovate la preghiera di ringraziamento per tutto quello che vi da. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
(Messaggio del 25 agosto 1999)

Rinnovate la vostra preghiera personale,
e in modo particolare pregate lo Spirito Santo affinché vi aiuti a pregare col cuore.
(25 maggio 2003)


Come tutti sappiamo la Madonna ci invita ogni giorno a recitare le tre parti del rosario. E quando ci invita a pregare il rosario, o in genere quando ci invita a pregare, vuole che lo facciamo col cuore. La recita del rosa­rio rende presente Maria nel cuore di chi prega e le per­mette di agire nell'ordine soprannaturale della grazia. Jacov Colo


Non pregate solo con le labbra. Dovete pregare col cuore!
Dovete scendere in profondità ed essere completamente nel vostro cuore. Mettetevi a sedere. Il corpo deve essere fermo, gli occhi raccolti in Gesù. Lasciate da parte ogni altra preoccupazione o desiderio.
(23 settembre 1984)

Abbandonatevi a me. Immergetevi nella preghiera.
L’unica cosa essenziale è lasciarsi condurre dallo Spirito Santo in profondità!
Solo così potrete avere una vera esperienza di Dio.
(4 luglio 1983)


Quando la Madonna ci invita alla preghiera, Lei non ci chiede di pregare solo con le parole e con la bocca, ma vuole che ci sforziamo di aprire un po' ogni giorno il nostro cuore, in modo tale che, arrivando a pregare col cuore, la preghiera diventi per noi una gioia. A questo riguardo la Madonna ha portato un bellissimo esempio. Tutti voi, dice, avete nelle vostre case un vaso di fiori che bagnate ogni gior­no con qualche goccia d'acqua. Voi vedete come questo fiore cresce pian piano fino a formare una bella rosa. La stessa cose accade per il nostro cuore. Se noi ogni giorno nutriamo il nostro cuore con qualche preghiera, allora esso cresce e si apre come un fiore. Ma se per alcuni giorni noi trascu­riamo di dare acqua, vediamo come il fiore appas­sisce e muore. Lo stesso avviene per il nostro cuore, quando manca la preghiera. La Madonna dice che noi, quando è il momento della preghiera, tante volte troviamo delle scuse dicendo: "Sono stanco. Ora non mi sento di pregare. Lo farò domani". Ma il giorno dopo rimandiamo ancora e così ci distacchiamo dalla preghiera e il nostro cuore si allontana da Dio. La Madonna ci vuol far comprendere che, come un fiore non può vivere senz'acqua, così noi non possiamo vivere senza la Grazia di Dio che ci viene dalla preghiera. La preghiera del cuore, dice ancora la Madonna, non è qualcosa che si impara studiando o leggendo i libri, ma la si apprende vivendola e facendo ogni giorno qualche passo in avanti.
Vicka Ivankovic

Io sono la vostra Madre piena di bontà e Gesù è il vostro più grande amico.
Non rimanete in silenzio davanti a lui, ma apritegli il cuore, confidategli le vostre sofferenze e le vostre aspirazioni dal profondo del cuore.
Sarete così rinvigoriti nella preghiera, e pregherete con un cuore libero, in una pace senza paura. (29 novembre 1983)


All'inizio pregavamo perché volevamo che la Madonna continuasse a stare con noi, poi abbiamo incominciato a sentire il bisogno della preghiera e attraverso di essa l'esi­genza di capire di più la Madonna e di stare più vicini a Gesù, di comprenderlo di più e di sentire la sua presenza attraverso la preghiera. Così abbiamo incominciato a sperimentare le nostre piccole cre­scite, le nostre piccole scale che ognuno di noi sali­va pregando sempre di più. E abbiamo incominciato a sentire questo bisogno e questa dolcezza della preghiera e che non di solo pane vive l'uomo, ma anche della preghiera che è diventata per noi vita. Poi, dopo un po' di tempo, perseveran­do nella preghiera e facendo delle rinunce, arriva il momento della preghiera del cuore dove incomin­ci a sentire che non sei solo tu con la tua volontà e col tuo essere che decidi la preghiera, ma incominci a sentire la preghiera che sale dal cuore come una sorgente.
Marija Pavlovic

Questo testo può essere divulgato a due condizioni: 1) non cambiare alcuna parola del testo, 2) citare "Informazioni da Medjugorje" assieme al nostro sito http://it.groups.yahoo.com/group/informazioni_da_medjugorje

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home